Salar de Uyuni in Bolivia, il paradiso dei fotografi

Cosa può esserci di tanto bello in una enorme e sconfinata distesa di sale? L’acqua che si cela sotto il primo strato di sale permette di creare un enorme specchio, che riflette i colori della natura permettendo scatti spettacolari, unici, e anche passeggiate in un ambiente unico. E’ un vero e proprio mare bianco che riflette la natura circostante. Ogni tanto dalla superficie emerge qualche isolotto, popolato di cactus. A fare da contorno montagne e lagune popolate di fenicotteri. Questo lago salato si trova in Bolivia, ed è vasto oltre 10 mila km quadrati.

Il Salar de Uyuni si trova nel sud ovest della Bolivia, al confine con il Cile, a oltre 3600 metri sopra il livello del mare. La sua conformazione è il risultato di migliaia di anni di trasformazioni tra diversi laghi preistorici. E’ perfettamente pianeggiante, variando di solo qualche metro distribuiti tutta l’intera distesa di 4.086 miglia quadrate. Quando i laghi nelle vicinanze vi riversano le loro acque durante la stagione delle piogge (in genere da dicembre ad aprile), la pianura salata si trasforma in un “lago” poco profondo (circa 1 metro e 30 centimetri). Questo sottile strato d’acqua trasforma l’area in uno splendido riflesso del cielo.

Il Salar de Uyuni non è solo una destinazione turistica: secondo l’US Geological Survey contiene anche oltre 9 milioni di tonnellate di litio, che rappresenterebbero tra il 50 e il 70 percento delle riserve di litio conosciute nel mondo, il materiale per le batterie dei nostri computer portatili. E secondo l’Agenzia spaziale europea, l’ampia area, i cieli sereni e l’eccezionale planarità della sua superficie rendono Salar de Uyuni l’ideale per la calibrazione di altimetri radar satellitari, una sorta di strumento radar che misura la topografia della superficie.

Nonostante le condizioni asciutte, le temperature notturne ghiacciate e il feroce sole del deserto, anche qui è presente la vita: potrete ammirare colonie di fenicotteri rosa e rari colibrì.

Il periodo ideale per visitarlo è durante la stagione secca, da maggio a novembre, quando il terreno indurito consente ai viaggiatori di attraversare il paesaggio in luoghi che non sono accessibili durante la stagione delle piogge. Invece per vedere l’effetto specchio, allora è meglio viaggiare durante la stagione delle piogge, ma piogge eccessive possono causare cancellazioni del tour o rendere certe aree inaccessibili.

Ecco alcuni splendidi scatti fotografici che si possono ottenere da una gita in questo posto unico al mondo.

Ispirazione per i fotografi: l’acqua che riflette il cielo fornisci tanti spunti per ottime ed originali fotografie (credit: Boliviahop.com)
Il cielo si riflette sulla superficie, creando una sorta di specchio. Anche un giro in bicicletta con la mountain bike diventa qualcosa di magico..
GITA AL SALAR DE UYUNI
Tour nel deserto: National Geographic (foto) consiglia di prenotare un tour da Uyuni o Tupiza (in Bolivia) o da San Pedro de Atacama (in Cile).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.