lucchetti d'amore

Visitare Verona in un giorno, come organizzarsi e cosa vedere

5 posti assolutamente da vedere e in poco tempo. Verona è una città che offre molti spunti di interesse per essere visitata, sia per la storia, sia per i luoghi da vedere e da vivere. Forse neanche un veronese è mai riuscito a vedere tutto quello che offre, e allora come fare se abbiamo a disposizione solo un giorno o se la visitiamo di passaggio? Cerchiamo di ottimizzare il nostro tempo visitando in maniera intelligente i luoghi più famosi, da non perdere. Premessa: la città ha una vasta area pedonale, che unisce più monumenti e scorci famosi, quindi dobbiamo pensare di lasciare la nostra auto in un parcheggio e fare una bella passeggiata a piedi, ma vedrete che sarete ripagati di ogni fatica. Quindi il primo punto fondamentale è l’arrivo e quindi il parcheggio. Abbiamo due comode possibilità: possiamo arrivare in auto fino alle porte dell’area pedonale, ovvero vicino a Piazza Brà, dove troveremo la famosa Arena. Il parcheggio più grande e più comodo è il Parcheggio Cittadella (Via Paglieri) con 2 capienti piani sotterranei e una parte di parcheggio all’aperto. Questa immagine vi dà l’idea dell’ubicazione: parcheggio Cittadella
Ma la comodità si paga, questi i prezzi praticati (2018):
Tariffa parcheggio Multipiano: Ogni 20 minuti o frazione € 1,00. Tariffa massima giornaliera (fino a 24 ore) € 18,00
Tariffa parcheggio in Superficie: Prima Ora: € 1,00 ogni 20 minuti o frazione. Dalla seconda ora: € 3,00 ogni ora o frazione. Tariffa massima giornaliera: € 18,00
Attenzione a non farvi confondere: il prezzo relativamente basso è solo per il parcheggio in superficie, che ha pochi posti. Noi abbiamo parcheggiato al livello inferiore, il cui costo è di ben 3 euro all’ora.
In alternativa c’è il “parcheggio Centro” situato in via Campo di Marzo, che ha prezzi più accessibili:
ORARIA: 1,00 € per ogni ora di sosta o frazione
GIORNALIERA: 10,00 € dopo la decima ora di sosta fino allo scadere delle 24 ore dall’emissione del biglietto,
ed è servito da un bus navetta per il centro (zona Arena) al prezzo di 1 euro (andata e ritorno). Quindi costa di meno il parcheggio, ma se siete famiglia numerosa mettete in conto la navetta. In ogni caso, se non sapete come raggiungere il centro, con l’Arena e tutti i monumenti, puntate col navigatore la via di uno di questi parcheggi. Una volta sistemata la parte logistica, siete pronti per una bella passeggiata in una delle città d’arte più belle e suggestive del territorio italiano. E per mangiare? Nella piazza antistante l’Arena vi sono molti locali con tavoli all’aperto e splendida veduta, dai prezzi ovviamente un po’ più alti della media, e dove potete trovare anche specialità tipiche. Se invece siete per un cibo più take-away, basta allontanarsi di qualche centinaio di metri dalla zona pedonale e si trovano diverse pizzerie al taglio, ecc. Ma arriviamo finalmente al nostro veloce tour della città scaligera, con qualche piccolo consiglio.

Arena di Verona

piazza Bra Arena di Verona
E’ il monumento più famoso della città e tra i più famosi d’Italia. E’ il più antico anfiteatro romano meglio conservato. Probabilmente costruito prima del I secolo dopo Cristo, ancora oggi ospita spettacoli di lirica, musica e teatro. Inizialmente costruito per gli spettacoli di lotta tra gladiatori, è di forma ellittica, con la zona centrale originariamente riempita di sabbia (da qui il nome “arena”, sabbia). La parte di lotta e caccia di animali esotici era separata dalle tribune, per la sicurezza degli spettatori. L’Arena ne poteva contenere ben 30mila. La sua veduta esterna, insieme al vicino Palazzo Barbieri e ai bellissimi edifici che contornano la piazza, rendono la passeggiata nel centro scaligero molto piacevole. Volete visitare l’Arena? La biglietteria è ben visibile, i prezzi non sono economici: nel 2018 sono intero €10,00, ridotto €7,50, gruppi (min 15 pers) €7,50 , scolaresche e bambini 8-14 anni €1,00, 0-7 anni gratuito. Se volete proseguire nella vostra passeggiata allora potete dirigervi verso la casa degli innamorati più famosa…

Casa di Giulietta

casa di Giulietta a Verona
Il balcone della casa di Giulietta Capuleti, da cui si affacciava per vedere il suo innamorato Romeo Montecchi, è forse il simbolo più famoso del celebre romanzo di William Shakespeare, Romeo & Giulietta. Un passaggio in questo cortile, uno sguardo verso questo balcone e potrete rinfrescare la vostra memoria di racconti o film visti tanto tempo fa, ed immergervi nella storia della letteratura, pensando alla storia di questi due innamorati, alla lotta tra le loro famiglie (storicamente i Montecchi furono veramente in lotta per il controllo politico della città), a Mercuzio e Tebaldo, al sospirato “Romeo, perchè sei tu Romeo”, al veleno. La passeggiata dall’Arena alla casa di Giulietta è piacevole, il centro è molto pulito, negozi chic e ricordini, ottimi posticini per spuntini: seguite il flusso, non vi sbaglietere, e quando troverete un antro affollato, pieno di ragazzi che scrivono i loro nomi e dei rispettivi innamorati sulle pareti, allora capirete di essere arrivati. Nota: da qualche anno non si attaccano più i bigliettini d’amore sulle pareti, il Comune ha intelligentemente ricoperto le pareti di giganti fogli di carta, dove scrivere liberamente i propri messaggini. In molti qui si fanno la foto con la statua di Giulietta (i cui seni sono consumati da tanta goliardia…), ma volendo si può salire “in camera” ed affacciarsi dal famoso balcone. Il prezzo per l’entrata è di 8 euro per gli adulti, e di 1 euro per i bambini.

Piazza delle Erbe


Vicino alla Casa di Giulietta, è il prolungamento ideale della nostra passeggiata. E’ la piazza più antica, sorge sopra il foro romano, era l’antico centro di scambi economici e culturali. E’ circondata di bellissimi palazzi medioevali, ben conservati. Spicca la statua della Madonna Verona, di romana datata (costruita nel 380 dopo Cristo). Si possono anche ammirare il capitello “Tribuna” e i resti di un’antica edicola medioevale, con delle nicchie dove vengono raffigurati i santi Zeno, Cristoforo e Pietro martire. Nel centro della piazza bancarelle dove fare acquisti turistici o anche mangerecci. Foto Airbnb.

Castelvecchio


In passato si chiamava Castello di San Martino in Aquaro. Attualmente il maniero di Castelvecchio ospita il museo civico, ed è un imponente monumento militare a ricordo dell’antica signoria scaligera. Posto a cavallo del fiume Adige, faceva parte della cinta muraria della città ed era una naturale fortezza contro gli invasori. E’ quindi un importante castello medioevale, che si può ammirare sia dall’esterno (anche per la sua posizione sul fiume e la sua conservazione), sia all’interno, per visitare il museo civico e le corti interne. Si può raggiungere anche da Piazza Brà (dove c’è l’arena) proseguendo per via Roma, per corso Castelvecchio. Curiosità: nel 1944 ospitò il processo ai fascisti che avevano “tramato” contro il duce Mussolini, in cui furono condannati Galeazzo Ciano e gli altri gerarchi fascisti. Vicino troviamo il ponte scaligero..

Ponte Scaligero

ponte scaligero
E’ il ponte di Castelvecchio, prolungamento della fortezza. Costruito nel XIV secolo da Cangrande II della Scala per realizzare una via di fuga dalla città (verso il Tirolo). Rovinato prima dai francesi, e poi fatto saltare dai tedeschi durante la guerra, è stato ricostruito riproducendo anche gli antichi merletti. Dal ponte si può ammiare la città e la fortezza e, pur essendo nato come elemento militare, anch’esso assume un’aria romantica come tutti i monumenti di questa città.

Ovviamente i luoghi sarebbero molti di più, anzi se sei veronese lo spazio dei commenti è a tua disposizione per condividere con tutti i tuoi consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.